Il nostro Regolamento Scolastico

La Scuola Primaria Paritaria “San Filippo Neri” si rifà alla pedagogia di San Giovanni Battista De La Salle che riconosce la centralità dell’alunno nel processo formativo. I genitori che scelgono tale scuola hanno la possibilità di approfondire questa pedagogia che utilizza gli strumenti culturali e la convivenza come mezzi per il rafforzamento dell’identità personale, intesa come conoscenza di sé in relazione con gli altri. Gli stessi genitori, assieme ai docenti ed agli altri operatori della scuola, si impegnano ad osservare il presente regolamento.

Le regole

RISPETTO: tutti gli alunni, i genitori e i docenti sono tenuti al rispetto di tutti coloro che operano nella scuola, al rispetto degli orari, degli ambienti e del materiale didattico, a mantenere una condotta educata e corretta in tutte le attività che si svolgono.
ATTESA INGRESSO: al mattino, in attesa dell’inizio delle lezioni, gli allievi potranno sostare nel cortile della Scuola, o, in caso di cattivo tempo sotto il porticato.
INGRESSO IN CLASSE: al suono della campana gli alunni si disporranno ordinatamente in fila per classi. Tutti gli alunni ed i loro insegnanti raggiungeranno la propria classe dove avrà inizio la prima ora di lezione della giornata.
EDUCAZIONE: gli alunni devono aver cura e rispetto degli arredi scolastici, del materiale sia proprio che comune. Devono collaborare a mantenere i locali puliti e ordinati, non sporgersi e non gettare oggetti e cartacce dalle finestre.
SICUREZZA: per ragioni di sicurezza è vietato correre nei corridoi e lungo le scale della scuola.
ORDINE DI USCITA ALUNNI: al termine delle lezioni gli allievi usciranno ordinatamente, classe per classe, senza accalcarsi, particolarmente sulle rampe delle scale, sempre sotto la stretta vigilanza dei propri docenti fino all’uscita, secondo i percorsi stabiliti.
RITARDI ED ASSENZE: è dovere di educazione giustificare sul diario i ritardi e le assenze con firma di almeno un genitore o di chi ne fa le veci. Qualora le assenze per malattia superino i 5 giorni consecutivi (compresi i festivi) la riammissione necessita del certificato medico, da consegnare all’insegnante di classe il giorno del rientro a scuola. Al riguardo si ricorda che le assenze, anche quando non sono per motivo di salute, devono essere sempre giustificate sul diario e l’insegnante dovrà sempre annotarlo sul registro di classe.
PERMESSI: permessi speciali per lasciare la scuola prima dell’ora fissata o per entrare a lezioni iniziate, possono essere concessi dalla Direzione solo dietro esplicita richiesta scritta di un genitore o di chi ne fa le veci. L’alunno, in quanto minore, non può lasciare l’edificio scolastico se non è accompagnato da un genitore o da persona adulta espressamente autorizzata. La concessione dell’autorizzazione ad uscire prima del termine delle lezioni esonera l’Istituto da ogni responsabilità dal momento in cui l’alunno lascia la scuola.
DIARIO: il diario scolastico fornito dalla scuola è obbligatorio per le comunicazioni tra scuola e famiglia; quindi dovrà essere in ordine e tenuto sempre nello zaino.
OCCORRENTE PER LA SCUOLA: Per tutto il periodo di permanenza a scuola gli alunni dovranno indossare grembiuli neri, contrassegnati, corti per i maschi e lunghi per le femmine e, nei giorni in cui hanno educazione motoria, la tuta della Scuola. Le scarpe da palestra andranno portate in un apposito sacchetto contrassegnato.
NON SI DEVE: portare a scuola oggetti di valore, pericolosi, giochi elettronici, telefoni cellulari o altro non inerente all’attività didattica. Gli accompagnatori degli alunni non accederanno ai corridoi e alle aule della scuola per colloquiare con gli insegnanti durante l’orario scolastico. Gli insegnanti saranno presenti a scuola 10 minuti prima dell’inizio delle lezioni e al termine accompagneranno gli alunni all’uscita.
BIBLIOTECA: ogni classe accede alla biblioteca comune. La consegna dei libri agli alunni è di diretta responsabilità degli insegnanti, i quali devono avere cura che i testi non vengano smarriti e/o danneggiati.
REGALI: in quanto titolari di un pubblico servizio e in sintonia con lo stile della scuola lasalliana in cui sono impegnati, gli insegnanti non accettano doni a titolo personale dalle famiglie dei propri alunni.
LEZIONI PRIVATE: i docenti non possono impartire lezioni private ad alunni della propria scuola.
RIUNIONI DI CLASSE E COLLOQUI: i colloqui genitori – insegnanti sono concordati con i docenti stessi e si svolgeranno negli orari e nei tempi indicati dal calendario scolastico esposto in bacheca. Le convocazioni delle assemblee dei genitori sono effettuate secondo il calendario stabilito, anno per anno, dalla Direzione, la quale ha il compito anche di valutare le richieste straordinarie che dovessero pervenire dalle singole classi.
ALLARME: un suono di sirena segnalerà una situazione di pericolo. In tal caso tutti gli alunni, con i propri insegnanti, dovranno guadagnare le uscite attenendosi alle disposizioni contenute nel piano di emergenza ed evacuazione esposto in ogni ambiente.
FURTI E SMARRIMENTI: la scuola non è responsabile di furti o smarrimenti di oggetti personali e denaro.
ISCRIZIONI: al momento dell’iscrizione dei propri figli i genitori presentano i documenti richiesti dalla segreteria della scuola. La prima iscrizione avverrà entro i termini stabiliti dalle circolari ministeriali.
CALENDARIO SCOLASTICO: segue quello stabilito dal Ministero della P.I. e dall’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana. Le varianti, entro i limiti consentiti, sono stabiliti dal Collegio Docenti.
ORARIO SCOLASTICO: le lezioni si articoleranno secondo il seguente orario: Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle 8.20 alle 16.00. Le eventuali variazioni d’orario saranno decise dalla Direzione e tempestivamente comunicate.
RISPETTO DELL’ORARIO DELLE LEZIONI: Tutte le mattine alle ore 8.30 i cancelli verranno chiusi. In caso di ritardo i genitori dovranno assicurarsi che i bambini entrino in classe giustificandoli sul diario. L’uscita sarà alle ore 16.00, dopo tale orario la scuola non garantisce nessuna assistenza. I genitori sono tenuti a rispettare con scrupolo la puntualità nell’accompagnare e riprendere i figli.
INFORTUNIO: in caso di infortunio dell’alunno/a, nell’ambito dell’edificio scolastico, la Direzione adotterà i provvedimenti d’urgenza che, caso per caso, si dovessero rendere necessari, ivi compresa la chiamata dei competenti organi di Pronto Soccorso. In ogni caso ne verrà data tempestiva comunicazione alla famiglia.
SERVIZIO MENSA: la scuola offre il servizio mensa agli alunni. Il menù è esposto mensilmente in bacheca. Qualunque variazione sul menù richiesta dalla famiglia deve essere motivata e documentata da certificato medico. A tavola agli alunni si richiede un comportamento corretto, secondo le regole della buona educazione.
VISITE GUIDATE: per le uscite didattiche e le visite di istruzione, gli insegnanti dovranno richiedere ai genitori o a chi ne fa le veci l’autorizzazione scritta.
ORARI DI UFFICIO: la segreteria e la Direzione sono aperte secondo gli orari esposti nelle bacheche. Con avviso telefonico o a voce, ci si accorda anche per altri orari.
COMPLEANNI: è consentito festeggiare a scuola i compleanni dei bambini, secondo le modalità concordate con gli insegnanti.
DIVERGENZE SCUOLA – FAMIGLIA: nel caso in cui vi siano divergenze di varia natura (didattica, educativa, organizzativa, relazionale) tra scuola e famiglia, il genitore avrà cura – prioritariamente – di concordare un incontro, per appuntamento, con il docente interessato, finalizzato al chiarimento. Entrambe le parti impronteranno il dialogo a criteri di buon senso e ragionevolezza, anche al fine di non causare all’alunno un disorientamento emotivo, e per stabilire una comune linea educativa. Nel caso in cui non si giungesse ad una chiarificazione, il genitore, unitamente all’insegnante, si rivolgerà al Dirigente Scolastico che fisserà per entrambe le parti in causa un incontro.




Clicca qui per scaricare in pdf "Regolamento Scolastico"